Camminafrancigena Camminafrancigena Camminafrancigena Camminafrancigena Camminafrancigena Camminafrancigena

Autore

  • Webmaster

Condividi

CF08 - Tappa23 - Da Radicofani ad Acquapendente

mer 23 Lug 2008

Un vecchio e un bambino si preser per mano
E andarono insieme incontro alla sera
La polvere rossa si alzava lontano
E il sole brillava di luce non vera
L’immensa pianura sembrava arrivare
Fin dove l’occhio di un uomo poteva guardare
E tutto d’intorno non c’era nessuno
Solo il tetro contorno di torri di fumo
I due camminavano il giorno cadeva
Il vecchio parlava e piano piangeva
Con l’animo assente con gli occhi bagnati
Seguiva il ricordo di miti passati
I vecchi subiscon le ingiurie degli anni
Non sanno distinguere il vero dai ogni
I vecchi non sanno nel loro pensiero
Distinguer nei sogni il falso dal vero
Il vecchio diceva guardando lontano
Immagina questo coperto di grano
Immagina i frutti immagina i fiori
E pensa alle voci e pensa ai colori
E in questa pianura fin dove si perde
Crescevano gli alberi e tutto era verde
Cadeva la pioggia segnavano i soli
Il ritmo dell’uomo e delle stagioni
Il bimbo ristette lo sguardo er triste
Gli occhi guardavano cose mi viste
 E poi disse al vecchio con voce sognante
Mi piaccion le fiabe raccontane altre.

Credetemi, non è per essere presuntuoso, ma nella mia vita ho visto molte albe e tramonti, in buona parte delle latitudini possibili, ma l’alba di questa mattina è stata quasi da lacrime.

Scendendo alle 5,45 da Radicofani mi sono ritrovato su una strada bianca in cresta alle colline.

Ero immerso nel giallo e nel verde della campagna e attorno a me i profili delle alture e il Monte Amiata alla mia destra erano di un viola intenso. Un’aurea arancio faceva loro da corollario intensificandosi via via che ci si volgeva verso Est.

Sopra il cielo azzurro e terso, sgombro da nuvole, racchiudeva e sigillava la bolla nella quale galleggiavo… come in una sinfonia il crescendo ha portato al rullo impetuoso del sorgere del sole… ed io mi sono sentito come nella canzone sopra riportata: consapevole ma dimentico come il vecchio e stupito e meravigliato, quasi incredulo come il bimbo… ma esistono ancora cose così ? E dopo tanti anni
ci si può ancora commuovere cosi ? C’è bisogno che vi dia la risposta ?

Un bacio

Davide Amisano

Mappa

Risorse nelle vicinanze...loading

Altre pagine di diario