Chi ben comincia...

Dopo una passeggiata nel centro storico di Viterbo, un altro simpaticissimo amico ci viene a prendere. E’ Pietro Labate, rinomata guida escursionistica della zona, che ci darà un passaggio verso Roma, fermandosi nei vari punti tappa per lasciare i “kit di lavoro”. Viaggio molto divertente. Pietro che ci racconta le sue avventure francigene e ci indica dove si può mangiare bene a prezzi pellegrini. Gli sguardi perplessi delle suore, carinissime e disponibili, a Vetralla e a La Storta, che studiano il sacchettino per assicurarsi che ci siano effettivamente dentro adesivi e vernici. La gentilezza del proprietario della trattoria in piazza a Sutri, che, essendo a quell’ora chiusa la pro loco, si è offerto di custodire lui stesso il kit. Il sorriso di Don Renzo a Campagnano, che ci tiene sempre a ribadire da lui si fa accoglienza molto povera.

E proprio sulla via per Campagnano ecco che la Francigena ci fa un altro bel regalo: un pellegrino che cammina sul ciglio della strada. “Ma vuoi vedere che quello è Manuel?” dice ad un certo punto Cristina, costringendo Pietro a tornare indietro. E, proprio come ieri, il pellegrino la riconosce chiamandola per nome. Proprio come ieri, Cristina e Manuel non si conoscono fisicamente, ma sono solo “amici in Face book”. Manuel, spagnolo, aveva deciso di camminare un tratto di Via Francigena dopo aver letto il diario di Cristina e le aveva annunciato la sua partenza da Lucca i primi di aprile… Anche qui, il calore di un abbraccio rompe le barriere del virtuale…
Chi ben comincia è a metà dell’opera, dicono…

E comunque questa Cristina la conosco tutti… adesso si che divento curioso! Abbiamo tanto tempo da trascorrere insieme; sono certo che sarà divertente!
Salutiamo Pietro a La Storta, ringraziandolo del suo prezioso aiuto e ci diamo appuntamento a Viterbo tra qualche giorno. Due chilometri a piedi verso la stazione... questa volta sul carrellino Cristina ci ha messo lo zaino! Sul treno una gentilissima signora regala a Cristina il biglietto, perché a Olgiata, dove siamo saliti, i soliti vandali hanno rotto il distributore automatico. E parlando si scopre che la signora è stata pellegrina sul Cammino di Santiago e quindi di Francigena parla volentieri. Cristina la esorta a preparare lo zaino e la rassicura che entro la fine della primavera la Via Francigena sarà tutta uniformemente segnata!

Dalla finestra della piccola pensione si vede il Cupolone di San Pietro. Cristina prepara le ultime cose e appena si fa buio crolla in un sonno profondo…
Io, appeso allo zaino aspetto con trepidazione l’arrivo del gran giorno! Finalmente domani entro ufficialmente in servizio!