CF11 - Tappa03 - Da Montefiascone a Viterbo

Il basolato della Cassia è sempre un’emozione forte. All’inizio del selciato Patrizio ci legge l’elogio ai piedi di Erri del Luca. E i nostri piedi ancora una volta percorrono spazio e tempo insieme, raccogliendo energia dalle pietre.
Incontriamo Giulio, anziano bracciante che dalla Ciociaria è arrivato qui per dare una mano a un amico, e a 70 anni suonati scava fossi per evitare che gli ulivi muoiano annegati negli acquitrini creati dal temporale.
Sostiamo al Bagnaccio, alle porte di Viterbo, dove ci godiamo il calduccio delle vasche termali, prima di essere accolti da Viterbo, perla Francigena, dove montiamo i video del giorno in un bel caffè letterario, nel cuore del quartiere di San Pellegrino. Qui ci sentiamo a casa.

Guarda il video-racconto del giorno.