CF11 - Tappa06 - Da Sutri a Formello

Oggi la via Francigena è piena di pellegrini: oltre ad Alex, la pellegrina scozzese che finalmente scopriamo che in realtà si chiama Alice, incontriamo uno spagnolo (basco, precisa meglio), due francesi, due italiani, due tedeschi.
A Monterosi è come di consueto obbligatoria la sosta da Eleonora, la panettiera amica dei pellegrini che in cambio di un sorriso e di una dedica sul suo quadernetto elargisce focacce omaggio e sconti a tutto il gruppo. Da qui alle cascate del Treia è un attimo: il gruppo è ormai allenatissimo, e viaggiamo a più di quattro chilometri all’ora chiaccherando amabilmente. Prima sosta nell’erba accanto al fiume, prima di ripartire verso Campagnano, dove arriviamo in un lampo, tra una risata e l’altra. Nella piazza principale l’affollamento di zaini e scarponi sparpagliati contribuisce a creare la familiare atmosfera di un “pueblo” del Cammino di Santiago.
La chicca della giornata ci aspetta però nella Valle del Sorbo, alle porte di Formello, un autentico paradiso, dove ci accasciamo accando al torrente Cremera, nella cosiddetta “piccola Scozia”, circondati da vacche maremmane, in un’atmosfera di pace irreale.
A Formello, città amica dei pellegrini, ci aspettano Sergio, Assessore atipico e neo-candidato Sindaco, e Daniela. Entrambi hanno viaggiato con Alberto lungo il Cammino di Santiago, per studiare “come si fa”.
La Via Francigena sta crescendo, finalmente chi ci accoglie capisce che ci frulla per la testa.

Guarda il video-racconto del giorno.